Eva Picardi: quando la filosofia colpisce il linguaggio

L’indagine filosofica ricopre un panorama così vasto e variegato da stupire molteplici persone, in quanto risulta sconvolgente come una così antica disciplina possa abbracciare materie diametralmente opposte e apparentemente distanti. Filosofia è anche curiosità, indagine profonda a volte pignola e puntigliosa di tutto ciò che soggiace nel nostro mondo, nel nostro vivere quotidiano. L’atto del parlare, spesso e volentieri è vissuto superficialmente e non si pensa davvero alle strutture grammaticali e logiche che sottostanno anche nelle più semplici frasi ed esclamazioni; ma molto più si cela dietro ciò che non viene detto, ciò che viene implicato in una conversazione o anche solo nella tonalità di voce assunta nell’atto di proferire un enunciato (o anche nel non farlo affatto). Un interesse, quello riserbato al linguaggio, che ha origine fin dall’antichità, basti pensare a Socrate e ai Sofisti circa la capacità di ingannare tramite la retorica. Si tratta, dunque, di un mascheramento delle reali intenzioni (dire falsità), mostrando solo ciò che si vuole ottenere proferendo quelle determinate parole (l’inganno e il raggiungimento di tale obiettivo); anche Agostino, secoli dopo, ha dato un importantissimo contributo (poi ripreso da Wittgenstein nelle sue Ricerche filosofiche) a proposito dell’atto ostensivo, ossia dell’apprendimento del linguaggio tramite gesti, una sorta di etichettatura degli oggetti indicandoli.

La Filosofia del linguaggio vede emergere numerosi pensatori, ma vanta soprattutto un importante contributo dal mondo femminile, per citare alcuni nomi: Annalisa Coliva, Marina Sbisà, Nicla Vassallo, Claudia Bianchi ed Eva Picardi. Quest’ultima, in particolare, ha permesso la trasmissione in Italia del pensiero analitico, traducendo inoltre le opere postume di Gottlob Frege e altri basilari filosofi del linguaggio e logici quali Paul Grice, Donald Davidson, Hilary Putnam e Michael Dummett.

evapicardiEva Picardi nasce il 16 gennaio 1948 a Reggio Calabria. Dalla fama riconosciuta a livello internazionale, ha insegnato Filosofia del linguaggio presso l’ateneo bolognese dai primi anni ’70 sino alla fine del 2016, ruolo interrotto dalla tragica morte il 23 aprile 2017 a causa di una lunga malattia. La Picardi si è perfezionata ad Oxford e a Erlangen, ove ha trascorso un anno sabbatico nel 1990 che le ha poi permesso di scrivere il volume: Linguaggio e analisi filosofica, (Pàtron, 1992). Ma in terra inglese, in particolare, ha occasione di studiare e specializzarsi grazie alla supervisione del professor Dummett, con il quale ebbe una lunga e stimata collaborazione. Negli anni seguenti pubblicherà opere come: La chimica dei concetti (Il Mulino, 1994) e Le teorie del significato (Laterza, 1999). Eva Picardi è stata direttrice – o comunque membro integrante di Cogito, Research Centre in Philosophy e membro dell’Accademia delle Scienze di Bologna, ma anche socia fondatrice e presidente della Società italiana di filosofia analitica (Sifa) e direttrice di diverse riviste del settore linguistico, quali: Lingua e stile (Il Mulino, Bologna), European journal of philosophy (Blackwell, Oxford), Iride (Filosofia e Discussione Pubblica, Il Mulino, Bologna), Journal for the history of analytic philosophy. Nel 2001, assieme alla collega Annalisa Coliva, ha lavorato al convegno Wittgenstein Today tenutosi a Bologna su concessione del Sifa, meeting successivamente pubblicato come libro.

La morte di tale illustre figura ha sicuramente comportato una grossa perdita nell’ambiente analitico ed epistemologico italiano. Tuttavia, il contributo di questa filosofa persiste nella memoria e le sue opere rimangono testi fondamentali ed essenziali allo studio di questa disciplina in continua crescita.

FONTI

[1] Picardi E., Linguaggio e analisi filosofica, Pàtron, Bologna 1992.

[2]http://www.magazine.unibo.it/archivio/2017/04/24/lutto-in-ateneo-e-scomparsa-la-prof-ssa-eva-picardi-docente-allalma-mater-fino-al-2016-e-stata-una-filosofa-del-linguaggio-di-fama-internazionale-domenica-23-aprile-si-e-spenta-e-eva-picardi-docente-di-filosofia-e-teorie-del-linguaggio-dell2019universita

[3]http://bologna.repubblica.it/cronaca/2017/04/25/news/bologna_morta_la_filosofa_picardi-163869632/

[4]http://www.aracneeditrice.it/index.php/autori.html?auth-id=epboff