Storie di genere. Il punto sulle donne

0
213
Storie di genere

“Storie di genere. Il punto sulle donne. E mi chiedo subito di quale punto si tratta? Punto fermo? Punto interrogativo, esclamativo?” (1)

Questa è la domanda che si pone Maddalena Spagnolli nel suo intervento esposto durante le giornate di studio promosse a Rovereto nell’ottobre del 2019 dall’Associazione “Piazza del Mondo”, dedicate alle riflessioni sulla storia della donna e al cambiamento della sua rappresentazione.

Il saggio Storie di genere. Il punto sulle donne si propone di racchiudere i nove interventi proposti all’interno del convegno omonimo ripercorrendo la storia della figura femminile per anni disegnata e rappresentata dal patriarcato come negatività e inferiorità e che, nel corso degli anni, grazie alla presa di consapevolezza delle donne, riesce ad assumere una concezione differente, iniziando finalmente ad essere rappresentata non più come alterità, ma come soggetto indipendente e volontario dalle stesse donne.

Il testo riesce a mettere in luce le condizioni di soprusi e abusi in cui le donne hanno vissuto e che in parte continuano a vivere all’interno delle società del nostro mondo partendo dalle donne dell’antica grecia alle donne della ’ndragheta nel terzo millennio, passando attraverso tematiche antichissime, ma allo stesso tempo mai così attuali come il rapporto padre/figlia, la piaga dei femminicidi, il problema della subordinazione al soggetto maschile. 

Grazie al saggio comprendiamo quanto il percorso di riconquista a ciò che ci è stato negato e sottratto è iniziato, ma non si è certo concluso. E’per questo che forse la sola risposta alla domanda di Spagnolli relativa a che tipo di punto ci immaginiamo quando riflettiamo sulle donne non può che essere un punto interrogativo o, meglio, una pluralità di punti interrogativi.

La nostra ricerca alla scoperta della nuova rappresentazione del soggetto-donna non può non tenere conto, infatti, del pluralismo della differenza, che è ciò che caratterizza realmente il nuovo tentativo dei femminismi di offrire una risposta plastica, mai definitiva, per tenere realmente in considerazione ogni diversità, che merita sempre di essere rappresentata.

Giuliana Adamo (a cura di), Storie di genere. Il punto sulle donne, Castelvecchi editore, Roma, 2022.

Grazie a Castelvecchi!


(1) Giuliana Adamo (a cura di), Storie di genere. Il punto sulle donne, Castelvecchi editore, Roma, 2022, pag. 41.