Quel criticone di Kant

0
275
Kant

Il terzo libro della collana Piccoli Filosofi di Sonda tocca un pensatore considerato generalmente critico e complicato: stiamo parlando di Kant.

Certamente mentre avanziamo con i volumi avanziamo anche con il grado di impegno e in questo caso viene presentato Immanuel Kant ai piccoli filosofi e alle piccole filosofe dagli otto anni in su. Proprio per questo possiamo permetterci di entrare in una complessità di intelletto come quella a cui ci ha abituate e abituati il filosofo di Konigsberg.


Dopo aver visto quindi da vicino la strana vita di questo strano personaggio puntualissimo e sempre vestito alla moda, ci addentriamo nel suo pensiero.


Se le parole sono difficili, nessun problema: Maestra Alba è bravissima nel rendere accessibili anche paroloni come “giudizi sintetici a priori”, scomponendone i termini. E se l’imperativo categorico può apparire ostico basterà ragionare insieme ai piccoli filosofi: “se tutti facessero come me, si starebbe meglio o peggio?”.

Proprio nell’idea di rendere il mondo un posto migliore, Kant è il filosofo che meglio ci aiuta in questo percorso a parlare ai piccoli filosofi e alle piccole filosofe: i diritti sono di tutte e tutti. Rifiutare le etichette, poter cambiare idea, essere libere e liberi di piangere e urlare.


Così, nel mondo dei bambini, come sarebbe lo Stato ideale?


Quando pensiamo a Kant sappiamo che stiamo aprendo un Vaso di Pandora sul nostro sentire e sul nostro ragionare. Se applichiamo questi concetti e li rendiamo disponibili alla percezione fresca di una bambina o di un bambino, le strade della curiosità e dell’ingegno possono essere infinite – pronte per costruire un mondo decisamente migliore.

“Questo è il potere della conoscenza: farsi un’idea di qualcosa, un’immagine nel nostro cervello anche senza vederla o toccarla. Perciò, non porre mai limiti a quello che puoi imparare e immaginare”.




Grazie a Edizioni Sonda!

Alba Sala, Quel criticone di Kant, ill. Valeria De Caterini, Edizioni Sonda 2021, Milano.