Il grande successore

Nel 1996 gli studenti dell’International School di Berna diedero il benvenuto a un nuovo compagno di scuola. Nessuno poteva immaginare che quel ragazzino silenzioso, di bassa statura, con i capelli a scodella, le Air Jordan ai piedi e una tuta Adidas che delineava un corpo già sovrappeso non fosse altro che il futuro dittatore della Corea del Nord: Kim Jong-un. 

Amante del basket, dell’aviazione e dei parchi giochi Disney, il Grande Successore ha suscitato molte speranze in giro per il mondo. Gli opinionisti di tutto il globo e gli stessi nordcoreani, si sono illusi per anni che il contatto ravvicinato con la cultura occidentale e capitalista avrebbe assicurato la crescita di un leader all’avanguardia, che avrebbe portato importanti cambiamenti nel paese.


Tuttavia, la Corea del Nord versa ancora oggi sotto una delle dittature più spietate e longeve della storia, in parte proprio grazie a Kim Jong-un. 


Anna Fifield, giornalista del Washington Post nonché una delle maggiori esperte mondiali di Corea del Nord, ha sapientemente ricostruito la storia del dittatore millennial a partire da quella del nonno, Kim Il-sung, quando nel 1945 tornò in Corea dopo la cacciata dal Giappone a seguito della sconfitta nella Seconda Guerra Mondiale. Ripercorrendo i momenti salienti del regime del Grande Leader Kim Il-sung, fino alla successione del figlio Kim Jong-il, Il grande successore di Fifield – tradotto in Italia da Blackie Edizioni – non è solo una biografia, ma un vero e proprio viaggio nella buia e sconosciuta Corea del Nord

Attraverso le testimonianze dei fuggiaschi che hanno trovato la libertà al sud o all’estero, ma anche di aneddoti vissuti dalla stessa giornalista nel corso dei suoi innumerevoli viaggi nella penisola, il volume racconta le ombre e le contraddizioni di un regime socialista solo in apparenza, che nasconde delle dinamiche capitaliste che permettono ad alcuni cittadini, tra le varie, di sostenere un’economia fruttuosa, ma illegale.


Dietro all’aspetto ilare che lo ha reso spesso bersaglio di meme umoristici, anche a causa di una serie di fallimenti nel creare ordigni nucleari da lanciare contro i nemici, Kim Jong-un si è rivelato negli ultimi anni uno stratega di tutto punto.


Nonostante la giovane età, il Grande Successore è stato in grado di tenere testa a leader di nazioni molto più potenti e sviluppate della Repubblica Popolare Democratica di Corea, come l’ex presidente della Corea del Sud Moon Jae-in, il Segretario generale del Partito comunista cinese Xi Jinping e niente po’ po’ di meno del presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump, la sua nemesi numero uno. 

Con occhio critico, ma divulgativo, Anna Fifield è riuscita a raccontare una Corea del Nord per molti inedita, delineando un profilo più realistico e meno grottesco del dittatore più giovane che il mondo abbia mai conosciuto.



Anna Fifield, Il grande successore, Blackie Edizioni, Milano, 2020.

Grazie a Blackie Edizioni!

Monica Cattabriga

Author: Monica Cattabriga

Redattrice di Filosofemme. Si laurea due volte in Filosofia (perché una non le bastava) presso l’Università di Bologna, prima in Storia della Scienza, poi in Filosofia del Diritto, sulla filosofia di Mary Wollstonecraft. È redattrice anche dell’Enciclopedia delle donne. Attualmente frequenta il Master in Editoria presso la Fondazione Mondadori a Milano.