Autostima. La rivoluzione parte da te.

0
205
Autostima

Il significato etimologico della parola autostima fa riferimento al termine latino aestimare, nella duplice espressione di “determinare il valore di” e “avere un’opinione su”. 

Chiunque nella propria vita si è ritrovatə a confrontarsi con la parola e con il “peso” del suo senso profondo. Soprattutto chi vive la sua esistenza nell’oscurità della vergogna, dell’inadeguatezza e della disistima di sé si sente non meritevole e anche in colpa per la mancanza di stima verso se stessə.

Tuttavia, anche chi, invece, ha una buona stima del proprio essere ha dovuto impegnare le sue energie nel creare un valore personale di riferimento per far in modo che venisse riconosciuto dal mondo esterno. 

Gloria Steinem, giornalista, femminista e attivista politica da sempre impegnata nella lotta alla parità di genere e di etnia, su questo tema ha scritto un libro: Autostima. Il titolo originale Revolution from Within. A book of Self-esteem è datato 1992; la casa editrice Vanda edizioni pubblica nell’ottobre 2021 la traduzione con il sottotitolo La rivoluzione parte da te.


L’autrice ci offre, grazie ai suoi studi, alle sue ricerche e all’analisi della sua vita personale, una visione lucida di un sistema patriarcale che si nutre dell’erosione e dello sgretolamento della stima di sé: nessunə esclusə.


La ricerca della propria autostima, quindi, non rimane solo un “fatto” personale, un proprio dovere, ma un atto politico e rivoluzionario, un diritto. 

La sovversione di un sistema che affossa le vite delle persone passa per la presa di coscienza di sé: prima di apportare cambiamenti nel mondo esterno c’è bisogno di recuperare la propria forza interiore, il proprio valore

Nelle pagine del suo libro Steinem analizza e sviscera la struttura educativa e sociale che porta alla creazione di modelli scolastici ben precisi, studia la percezione del corpo, la spiritualità e le religioni, la Natura, le relazioni e l’amore romantico. Tutte le sfere che determinano l’essere umano e la sua vita, in cui l’autostima può essere supportata o demolita


La scrittrice ci mostra proprio questo: che l’autostima è vittima, insieme con le persone, della sua continua crisi.  


Gloria Steinem non si limita alla critica di un sistema-che-demolisce ma ne offre alternative valide e sane partendo dalla presa di coscienza di sé, del proprio corpo e della propria individualità, un auto-riconoscimento, fino ad arrivare alla decostruzione e rielaborazione di ciò che si intreccia con la vita personale. 

L’autrice suggerisce di rimettersi in contatto con il proprio bambino interiore: scavare nel passato per riappropriarsi del presente; riconoscere, accogliere e trasformare paure e resistenze per recuperare il diritto all’esistenza, ai bisogni, alla stima.

Un “lavoro” per riappropriarsi dell’amore di sé, oikeiosis per i greci, e della felicità secondo Aristotele: in fin dei conti la nostra anima sa chi siamo davvero, come afferma Platone, a prescindere da chi ci circonda e dall’ambiente in cui siamo natə.  


Ci vogliono coraggio e ribellione, una diseducazione a tutto ciò che si è imparato, per lasciar andare schemi opprimenti e alienanti, per avere un rapporto sano con se stessə e con ciò-che-è-fuori, che si tratti di mondo, Natura, Altro non fa differenza: quando si scopre e si rispetta il proprio valore personale si impara a riconoscere e a rispettare anche il valore-altro. 


L’autostima, nelle parole della scrittrice, prende considerazione e forza e nell’epoca contemporanea acquisisce valore di genere, un peso culturale: viene associata all’autodeterminazione, che tiene conto del contesto di provenienza e della gerarchia patriarcale. 

Autostima come condivisione e supporto di sé e delle altre persone, sorellanza, appoggio. 

Autostima come «vaccino sociale» (1) contro il patriarcato che si nutre della nostra vergogna e senso di colpa, «contro un’epidemia di abbandoni scolastici, gravidanze in età adolescenziale, violenza domestica, tossicodipendenza e alcolismo, abusi infantili e altri comportamenti improntati alla distruzione di sé e degli altri» (2).


G. Steinem, Autostima. La rivoluzione parte da te, VandA edizioni, Milano, 2021.

Grazie a VandA!




(1) G. Steinem, Autostima. La rivoluzione parte da te, VandA edizioni, Milano, 2021, pag.32;

(2) Ivi. pag.32.