Sette brevi lezioni sull’epicureismo

0
657
Sette brevi lezioni sull'epicureismo

Di che cosa abbiamo veramente bisogno per vivere una vita felice?

Questa domanda, che troviamo all’inizio di Sette brevi lezioni sull’epicureismo di John Sellars, racchiude in sé l’essenza di questo libro e di un’intera dottrina filosofica, quella che si è sviluppata a partire dagli insegnamenti del filosofo greco Epicuro. 

La preoccupazione di raggiungere e mantenere la felicità è un elemento costante nelle nostre vite, e nel corso dei secoli sono molte le filosofie che si sono cimentate nell’analisi di questo problema così importante per noi, elaborando punti di vista e soluzioni diverse. 

Tra queste, l’epicureismo ha il triste primato di essere quella più fraintesa: per secoli il termine “epicureo” è stato un popolare insulto tra intellettuali e filosofi, e proprio Epicuro è stato oggetto di fake news che lo hanno dipinto come un uomo fuori controllo, schiavo del proprio piacere al punto da indursi al vomito più volte al giorno per poter mangiare ancora di più.


La realtà, ci racconta Sellars, è molto distante da questa caricatura.


L’attenzione che la filosofia epicurea pone sul tema del piacere non la rende una dottrina edonistica ma, al contrario, una pratica di vita molto moderata e attenta a evitare esagerazioni e comportamenti eccessivi

La particolare attenzione posta sul tema della salute mentale rende poi il pensiero di Epicuro straordinariamente adatto alla difficile epoca in cui viviamo. La complessità del mondo moderno e la pandemia hanno causato un’impennata di disturbi d’ansia e depressione (1) che la ricetta del filosofo greco si impegna a contrastare grazie proprio alla forza della filosofia, intesa non come un sapere fine e se stesso ma come pratica di vita in continuità con la comprensione del mondo che ci circonda. 


Epicuro infatti sosteneva che i nostri bisogni emotivi sono spesso il frutto della nostra visione del mondo e, in quanto tali, sono in buona misura sotto il nostro controllo: imparando a guardare il mondo con occhi diversi, ovvero con delle “lenti filosofiche” diverse, possiamo quindi vivere più serenamente. 


L’idea è certamente interessante, e Sette brevi lezioni sull’epicureismo è un ottimo punto di partenza per allenarsi a conoscere meglio i nostri bisogni e desideri e scoprire come la filosofia può aiutarci a conquistare la felicità. 



J. Sellars, Sette brevi lezioni sull’epicureismo, Einaudi, Torino, 2022.





(1) https://www.lastampa.it/cuneo/2021/11/12/news/la-nuova-pandemia-i-disturbi-mentali-il-dramma-silenzioso-dei-nostri-ragazzi-1.40910577